Meglio essere un po' Poveri


Foto scattata a Varanasi  (Copyright di Francesco Astiaso Garcia)
"Non ci accorgiamo più che alcuni si trascinano in una miseria degradante, senza nessuna possibilità di miglioramento, mentre altri non sanno nemmeno che farsene di ciò che possiedono, ostentano con vanità una pretesa superiorità e lasciano dietro di sé un livello di spreco tale che sarebbe impossibile generalizzarlo senza distruggere il pianeta. Non può essere autentico un sentimento di intima unione con gli altri esseri della natura, se nello stesso tempo nel cuore non c'è tenerezza, compassione e preoccupazione per gli esseri umani.
E' evidente l' incoerenza di chi lotta contro il traffico di animali a rischio di estinzione, ma rimane del tutto indifferente davanti alla tratta di persone, si disinteressa dei poveri, o è determinato a distruggere un altro essere umano che non gli è gradito.
Ciò mette a rischio il senso della lotta per l' ambiente. Non è un caso che, nel cantico in cui loda Dio per le creature, san Francesco aggiunga: "Laudato si', mi Signore, per quelli ke perdonano per il tuo amore".
Tutto è collegato."

Laudato sii - (Papa Francesco)



Come ogni pianta assorbe dal terreno solo l' acqua che le è necessaria,
così anche noi cerchiamo di avere solo quello che occorre.
E' meglio se ogni tanto ci accorgiamo che
manca qualcosa; meglio essere un po'
poveri che un po' ricchi.

(Chiara Lubich)



All' affamato appartiene il pane che metti
in serbo, all' uomo nudo il mantello che
conservi nei tuoi bauli; agli indigenti il denaro
che tieni nascosto.

(San Basilio di Cesarea)



Se hai due pani, uno lo dai al povero, l' altro
lo vendi e acquisti un fiore di giacinto e lo
dai al povero.

(Proverbio indiano)



Nessun commento:

Posta un commento