A cosa pensi quando pensi alla bellezza?

A cosa pensi quando pensi alla bellezza?

Questa è una semplice domanda che mi piacerebbe rivolgere a tutti gli uomini della Terra,
l' insieme delle risposte costituirebbero un libro prezioso, più interessante, a mio parere di tanti trattati di estetica e di tante teorie sull'arte scritte a tavolino per giustificare e vendere i prodotti dell' ultima "transavanguardia" di turno.

Per ora mi sono accontentato di rivolgere questa domanda ai miei familiari.
Qui di seguito riporterò per voi le risposte testuali che mi hanno dato.

A cosa pensi quando pensi alla bellezza?

Giulia (10 anni) : stare con gli amici

Maria Josè ( 27 anni incinta ) : penso ad una piscina piena di fonzies (patatine tostate)

Stefano (7 anni) : giocare a calcio

Maria Pia (34 anni) : penso a Dio

Giacomo (8 anni) : penso a qualcuno da amare

Giulietta (68 anni) : alla natura

Eusebio (68 anni) :a una donna

Elisa: (3 anni) : a Elisa

Simone (40 ani) ; penso al mare

Francesco (31 anni) : penso ad una forza di gravità al contrario che ci spinge a guardare in alto

Claudia (37 anni) : al mare

Paolo (34 anni) : penso alla vita

Pier Paolo (25 anni) : all' orizzonte

Lele (25 anni) : a niente in particolare

Carlo (73 anni) : (non risponde ma sorride)

E voi a cosa pensate quando pensate alla bellezza?
Sarebbe bellissimo se ciascuno di voi scrivesse qui sotto nei commenti il suo nome, la sua età e la sua risposta...e chissà forse un giorno ne faremo un libro!





QUESTE SONO DUE FOTO CHE HO SCATTATO IN BOLIVIA DALLA CIMA DI UNA MONTAGNA










4 commenti:

  1. Ai miei figli (Andrea - 45 anni)

    RispondiElimina
  2. La bellezza è mamma che prepara la maionese la vigilia di Natale... Il rumore del caffè che esce dalla moka... Mangiare la prima patatina fritta da Mc Donald's quando sei al bancone e devi ancora pagare il conto... E' trovare la figurina di Volpi e Poggi dell'album delle gomme da masticare... E' un 6- al compito di matematica... E' il primo sorso di birra... E' la sensazione della sabbia calda dopo essere uscito dall'acqua... E' il raccordo di Roma dopo un lungo viaggio... E' l'odore della pioggia sull'asfalto d'estate... E' la vecchina che sorride al semaforo di Via Nomentana... E' il rigore di Fabio Grosso... Sono i gavettoni a Villa Borghese il giorno dei quadri... E' il credere che esista veramente il tesoro di Willi l'orbo... E' tua moglie che ti dice "attento a non farti male" quando esci di casa per andare a giocare a calcetto... E' il sorriso di mio figlio quando apre gli occhi... E' il trovare posto sotto casa quando già pensavi di dover parcheggiare ai Canadesi... E' il rendersi conto che una multa arrivata a casa l'abbia presa tuo fratello e non sia dunque la tua...
    Credo che la bellezza sia semplicemente la "capacità di vedere una realtà in bianco e nero in HD"
    (Benedetto, 28 anni)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che l' allusione alla multa sia solo una metafora :-).
      L' immagine di mamma che prepara la maionese alla vigilia di Natale è stupenda, sarebbe un soggetto bellissimo per un quadro dipinto alla Vermer!

      Elimina